Roberto Saviano:”Il destino di Salvini è il carcere”

Roberto Saviano: ”Il destino di Salvini è il carcere,e questo lo sta capendo anche lui; basterà che si spengano le luci. Non sappiamo quando né come, ma si può scappare una volta, magari due, poi però arriva il momento in cui si dovrà rendere conto delle proprie nefandezze.”

Roberto Saviano va all’attacco di Matteo Salvini sulla vicenda della Open Arms, la nave dell’Ong spagnola ferma davanti a Lampedusa. In un post pubblicato su Facebook, l’autore di ‘Gomorra’ si scaglia contro il Ministro dell’Interno definendolo “bandito politico” e sottolineando come il suo “destino” sia “il carcere”.

Immediata la replica di Salvini: “Il signor Saviano mi vuole vedere in galera – scrive su Twitter il leader della Lega -. Che faccio amici, gli do retta e mi dimetto o tengo duro?”. ‪Parole che, neanche a dirlo, hanno provocato la reazione di Saviano: “‘Tengo duro’ ovvero ‘mi attacco alla poltrona’ – commenta lo scrittore in un altro tweet -.Vuoi mettere la differenza che c’è tra scappare da ministro o da comune mortale? Nel secondo caso ti beccano immediatamente; ti beccano immediatamente; nel primo, degli utili idioti che ti salvano la pelle li trovi sempre.”

 

Roberto Saviano:”Il destino di Salvini è il carcere"
Roberto Saviano:”Il destino di Salvini è il carcere”

 

Rovinosa la caduta di un Ministro che su si affida ai follower per un giudizio o meno sulla sua eventuale consapevolezza, e addirittura si leggono fan del Ministro invocare la camorra per attentare alla vita dello scrittore. Indegno più del commento è il silenzio del Ministro degli Interni contro parole così violente.

Ovviamente sulla colpevolezza o meno di Salvini non deciderà Saviano, però che un Ministro della Repubblica si affidi ai follower fa più piangere che ridere, francamente.
Fatti processare, Salvini, e nelle aule della giustizia che si vede chi è colpevole e chi no, Le sentenze sono a carico della Magistratura italiana e no dei social.

Seguimi sui social
480 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.