Stipendio decurto al personale sanitario lombardo

Personale sanitario Lombardia: la beffa dello stipendio.

Dall’inizio della crisi sanitaria dovuta al Covid -19 fino al 11 aprile ci sono stati 109 decessi tra il personale sanitario.

Sono quelle persone che tutti noi chiamiamo eroi perché in prima linea contro il Covid-19, lunghissime giornate ad aiutare i malati, riposi saltati, pranzi e cene saltate.

Poche ore di sonno e di riposo e poi subito in ospedale, c’è bisogno loro.

Eroi.

Persone che meritano tutta la nostra stima.

Elogi e complimenti pienamente meritati.

Ma essendo lavoratori ovviamente hanno pienamente diritto al loro stipendio.

Invece cosa accade?

In Lombardia accade che il personale sanitario risultato positivo al test del Covid-19 e posto in isolamento, s’è visto decurtato lo stipendio.

 

Personale sanitario lombardia
Personale sanitario lombardia

 

La denuncia è partita dal principale sindacato dei medici ospedalieri ANAAO-ASSOMED Lombardia.

Decurtazioni ignobili, le definisce il Segretario di ANAAO-ASSOMED Lombardia, Stefano Magnone: “I medici e i dirigenti sanitari lombardi da eroi e martiri sono già diventati dei ‘decurtati’. In barba alle leggi dello Stato e in barba al buon senso e alle circolari INAIL, abbiamo prove certe di decurtazioni stipendiali a colleghi positivi per il COVID-19.”

Queste decurtazioni nascono dal fatto che hanno considerato il periodo di isolamento per via del virus in parte come infortunio e in parte come malattia,  tutto ciò è qualcosa di assurdo.

L’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera replica “che non ci saranno tagli degli stipendi per malattia dovuta a Covid-19 “ Eventuali decurtazioni per malattia saranno ripristinate con gli stipendi di aprile e di maggio”

 

Speriamo bene.

Un grande abbraccio a questi eroi.

Grazie per quello che fate.

 

Seguimi sui social
347 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.