Deserto

Deserto

Lame affondano in carni vive,

ci sono lapidazioni seducenti,

ascolto il crepitare delle fiamme del rogo.

Rifiuto il Perdono!

Conosco la distruzione,

la vita è un paradosso

su cui non puntare nemmeno un soldo bucato.

 

Luci oscure illuminano

la disperazione di un tramonto,

ho cercato notti fredde, nere.

Il tempo è bugiardo, Silenzio!

Voglio sognare fiumi gelati, alberi in fiamme,

voglio la Natura moribonda.

Non urlo l’odio

forse l’apatia si è distesa su piante velenose.

 

Non posso narrare l’ordine della distruzione,

il cielo si colora di astratte fantasie,

linee rosse corrono dietro a sguardi di smeraldo

mi siedo e osservo.

Non odo il tramonto, il mare offusca la vista

seguo irrisolti pensieri.

Le stelle non abbandonano il mondo, esse cercano nuovi dolori,

potrei donare la mia malinconia alla notte.

 

Forse stanotte dormirò su cenere colorata

il mio corpo non conosce la delicatezza di una grigia nube.

 

Poesia contenuta nel mio libro Paesaggi Fantastici

(Contenuto con affilazione Amazon)

Seguimi sui social
0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.